Prossimi Eventi

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Michele Zarrillo in “VIVERE E RINASCERE TOUR”

3 Maggio 2017 ore 21:00

CONCERTO ANNULLATO

Rassegna eventi ospitati

Annullamento data concerto di MICHELE ZARRILLO

Show Bees, in qualità di organizzatore del concerto di Michele Zarrillo previsto al Teatro Coccia di Novara il 3 maggio, comunica quanto segue:

“Per sopraggiunti improrogabili motivi tecnico-logistici, la data prevista al Teatro Coccia di Novara del ”Vivere e Rinascere Tour” di Michele Zarrillo il 3 maggio 2017 è stata annullata.”.

Tutti gli spettatori potranno richiedere il rimborso del biglietto entro sabato 10 giugno 2017.
ACQUISTO NEI PUNTI VENDITA: sarà possibile richiedere il rimborso dei biglietti presso lo stesso punto vendita in cui è avvenuto l’acquisto.
ACQUISTO ONLINE: i clienti che hanno acquistato i biglietti sul sito web di TicketOne verranno contattati direttamente dal customer service che fornirà loro indicazioni in merito al rimborso. Chi non dovesse ricevere comunicazioni o avesse bisogno di ulteriori informazioni può scrivere all’indirizzo email: ecomm.customerservice@ticketone.it
ACQUISTO TRAMITE FONDAZIONE TEATRO COCCIA: i clienti che hanno acquistato i biglietti sul sito web di Fondazione Teatro Coccia o tramite bonifico o presso la biglietteria del Teatro verranno contattati direttamente dalla biglietteria del Teatro che fornirà loro indicazioni in merito al rimborso. Chi non dovesse ricevere comunicazioni o avesse bisogno di ulteriori informazioni può scrivere all’indirizzo email: biglietteria@fondazioneteatrococcia.it


“VIVERE E RINASCERE TOUR”

Produzione Color Sound

In collaborazione con ShowBees S.r.l.


Parte da Napoli martedì 11 aprile il “Vivere e Rinascere Tour” di Michele Zarrillo: un ritorno in teatro molto atteso dal numerosissimo pubblico che lo segue da sempre.
Occasione ghiotta per un cantautore che predilige da sempre il “live” – viste le sue qualità di musicista e compositore – per presentare “Vivere e Rinascere” (Universal Music), il disco a cui ha lavorato per più di un anno, e che segna appunto una sorta di “rinascita”, e con cui ha partecipato con successo al recente Festival di Sanremo.

In una dimensione teatrale pensata per dare risalto alle canzoni e alla qualità di un repertorio eterogeneo (come ce ne sono pochi) di musica italiana d’autore, Zarrillo presenterà al pubblico le canzoni del suo nuovo lavoro (“Mani nelle mani”, il brano presentato a Sanremo, “La ragazza corre”, “Per chi sa scegliere”, “Come ho fatto a perderti”, “L’amore ancora esiste?”, “Vivo nel mondo”, “E poi riapparve il mondo”, “Amore imperfetto”, “Mille latitudini” e “Vivere e rinascere”) e naturalmente – alternandosi tra il pianoforte e la sua “amata” chitarra – non mancherà di ripercorrere i suoi brani più celebri (da “Cinque giorni” e “Una rosa blu” a “La notte dei pensieri” e “L’elefante e la farfalla”; da “Il canto del mare” e “Strade di Roma” a “L’amore vuole amore” e “L’acrobata”, da “Ragazza d’argento” e “Su quel pianeta libero” a “L’alfabeto degli amanti” ed “Il sopravvento”, per citare solo alcuni dei titoli più conosciuti).

Tre anni e mezzo dopo un importante incidente di salute (da cui si è completamente ristabilito), a un passo dai suoi ‘primi 60 anni’, e a distanza di 5 anni e mezzo dall’ultimo album “Unici al
mondo”, Michele Zarrillo, è tornato con un album intimo e progressivo allo stesso tempo. Chi dubitava che un periodo così lungo avesse “arrugginito” intuizioni e creatività, è servito.

Vivere e Rinascere è un disco di inediti, ognuno con una propria caratteristica, un proprio percorso. Canzoni d’amore, di storie che finiscono e nascono, come spesso accade e come spesso è capitato nel mio repertorio, è una mia caratteristica cantare l’amore” racconta Zarrillo “In Vivere e Rinascere l’amore è speranza, base e partenza per un futuro di rinascita e fiducia nel prossimo. Il disco nasce dal lavoro di più di un anno, in cui ho riscoperto il piacere della scrittura, un lavoro di composizione, di ricerca di belle canzoni, con l’aiuto anche di altri autori. Anche più di come ho fatto nelle produzioni precedenti”.

Prodotto e arrangiato da Alessandro Canini, “Vivere e rinascere” contiene dieci brani inediti scritti dallo stesso Zarrillo, con la collaborazione di Giampiero Artegiani (che firma i testi di ben
sei canzoni, tra cui “Mani nelle mani”), Saverio Grandi, Valentina Parisse, Roberto Pacco, Luca Mattioni, Mario Cianchi, Felice Di Salvo, Marco Rettani e Stefano Colino.
Il nuovo lavoro ci regala un Michele interprete di grande qualità, più che mai. Oltre alle sue doti di musicista e autore, in questo disco vengono ancora una volta messe in risalto le sue qualità
interpretative, toccanti e virtuose allo stesso tempo. Un album che ci restituisce un autore in grado di offrirci la grammatica dell’amore in tutte le sue desinenze e varianti.

Sul palco con Michele Zarrillo (voce, piano, chitarra acustica ed elettrica) un eccezionale team di musicisti di altissimo livello: Alessio Graziani (piano, tastiere e voce), Roberto Guarino (chitarra e
voce), Ruggero Brunetti (chitarra), Roberto Gallinelli (basso), Maurizio Dei Lazzaretti (batteria) e Andrea De Luca (violino).

Michele Zarrillo nasce a Roma il 13 giugno 1957.

Artisticamente esordisce durante gli anni ’70 come chitarrista/cantante nelle cantine rock della periferia romana, fondando il gruppo “Semiramis” e partecipando allo storico raduno rock capitolino di villa Pamphili nella primavera del 1972. Nel 1974 è la voce solista del “Rovescio della Medaglia”, altro importante gruppo dell’avanguardia musicale di quegli anni.

Negli anni successivi si apre anche al mondo della musica pop ed esterna la sua forte vena compositiva firmando brani per importanti nomi come Renato Zero e Ornella Vanoni.

Nell’87 vince il Festival di Sanremo nella categoria “nuove proposte” con il brano “La notte dei pensieri”. La vittoria a Sanremo genera ovviamente la richiesta di spettacoli ed ecco Michele fare i primi concerti da cantante solista, dove il particolare timbro di voce e le sue doti interpretative cominciano a farsi notare.

Nel 1990 inizia una collaborazione con Alessandro Colombini, produttore storico della musica italiana (Battisti, PFM, Bennato, Dalla, Venditti) con il quale dà vita a un progetto di lavoro, i cui primi risultati sono la canzone “Strade di Roma”, che viene presentata a Sanremo 1992 e

inizia la collaborazione letteraria con Vincenzo Incenzo nell’album “Adesso” pubblicato nello stesso anno.

A Sanremo ‘94 Michele Zarrillo presenta una bellissima canzone d’amore dal titolo “Cinque Giorni”. Il brano risulterà uno straordinario successo popolare e di vendite, entrando di diritto tra i classici della canzone italiana. Il successo di “Cinque Giorni” genera un nuovo album, “Come uomo tra gli uomini”.

La successiva tournée teatrale conferma il formidabile momento artistico di Michele Zarrillo che nel 1995 si dedica interamente alla composizione dei brani per il nuovo album che esce subito dopo Sanremo ’96, al quale Zarrillo partecipa con “L’elefante e la farfalla”. L’album si intitola appunto “L’elefante e la farfalla”.

L’album successivo “L’amore vuole amore”, dell’ottobre ’97, è una raccolta delle canzoni piu’ significative di Zarrillo pubblicate nel primo periodo. Oltre all’ aggiunta di due brani inediti, “L’amore vuole amore” e “Ragazza d’argento” sono inseriti “La notte dei pensieri”, “Una rosa blu” e “Su quel pianeta libero”. Queste canzoni, in particolare “Una rosa blu”, ottengono un nuovo strepitoso successo arrivando a quota 600.000 copie di vendite che, aggiunte a oltre 120 concerti effettuati in pochi mesi, portano alla definitiva consacrazione dell’artista.

Lo stesso album viene pubblicato in Spagna (tutte le canzoni sono state ricantate in spagnolo) e il brano “Cinco dias” diventa una hit. La versione italiana dell’album viene distribuita anche in molti Paesi europei. Da meta’ novembre a meta’ dicembre ’98 Zarrillo si esibisce in alcuni concerti oltreoceano e, dato il successo ottenuto, da allora l’invito si rinnova almeno una volta ogni due anni.

Nel giugno 2000 Michele Zarrillo pubblica il nuovo album dal titolo “Il vincitore non c’è”, nel quale si dedica ad una ricerca musicale piu’ approfondita, capace di far convivere il suo passato di musicista d’avanguardia con il pop d’autore. Nel corso di un tour teatrale, in un momento di profonda ispirazione, Michele compone “L’acrobata”, che viene presentato a Sanremo 2001. Questo brano va ad aggiungersi tra i piu’ importanti della sua vita artistica.

Successivamente prende corpo un progetto al quale Michele Zarrillo pensa da tempo: realizzare un album ‘live’, il primo della sua lunga carriera. A tal fine vengono organizzati due concerti-evento che si tengono al Teatro Puccini di Firenze il 22, e all’Horus Club di Roma il 23 dicembre 2001. Nel frattempo Michele compone alcune nuove canzoni. Tra queste, “Gli Angeli” viene prescelta per il Festival di Sanremo 2002, dove Zarrillo torna per la nona volta. L’album live viene pubblicato subito dopo il Festival con il titolo “Le occasioni dell’amore”. Nei due cd sono raccolti diciannove grandi successi e tre brani inediti realizzati in studio (la title track, il brano di Sanremo e “Sogno”), per oltre due ore di musica.

Nell’ottobre 2003, a tre anni di distanza dal precedente album da studio, viene pubblicato “Libero Sentire” che contiene dieci canzoni inedite. Con questo album Michele Zarrillo conferma uno straordinario momento di crescita artistica, toccando tematiche di carattere sociale oltre che l’amore, trattato con la consueta sensibilita’ e sincerita’.

Michele Zarrillo alterna i successivi impegni tra concerti, sempre affollati da un pubblico caloroso e affezionato, e la composizione di nuovi brani. Dopo un accurato lavoro di studio, a fine 2005 Zarrillo ha il materiale pronto per un nuovo album, quando viene invitato a partecipare al 56° Festival di Sanremo, la manifestazione che ha contrassegnato alcuni momenti tra i piu’ importanti della sua carriera.

Al Festival di Sanremo 2006 Michele Zarrillo presenta il brano “L’Alfabeto degli amanti” che dà titolo all’album di inediti che SonyBMG pubblica il 28 febbraio. Intimista e poetico, ma anche polemico e riflessivo, il disco si snoda attraverso undici momenti che toccano le corde più profonde dell’emotività. Michele ha scritto le musiche dei brani e si è avvalso, come ormai accade da più di quindici anni, della collaborazione di Vincenzo Incenzo per i testi.

Nel 2008 Zarrillo partecipa alla 58a edizione del Festival di Sanremo con un brano scritto da lui e Giampiero Artegiani dal titolo “L’Ultimo film insieme”. La canzone viene inserita in una doppia raccolta dei più grandi successi, con un altro inedito dal titolo “Vie Parallele” che viene pubblicata il 29 febbraio con il titolo “Nel tempo e nell’amore”.

Nel 2009 Michele Zarrillo corona i trent’anni di carriera con la pubblicazione del cd + dvd dal titolo “Michele Zarrillo live – Roma”. La registrazione del dvd – il primo per Michele Zarrillo – è avvenuta il 30 maggio 2008 al Palalottomatica di Roma, dove Michele ha dato vita ad un concerto straordinario.

Nel 2011 Sony Music Italy pubblica “Unici al Mondo”, un album di inediti che contiene dieci nuove canzoni.

Da giugno 2013 Michele Zarrillo, dopo un serio problema di salute, è costretto ad un periodo di riposo che lo allontana dalle scene musicali. Dopo un paio d’anni riprende l’attività dal vivo ed inizia a riavvicinarsi alla scrittura: nasce così il nuovo lavoro che vedrà la luce nel 2017, a distanza di 5 anni e mezzo dall’ultimo album di inediti.

Michele Zarrillo è stato uno dei protagonisti del 67° Festival di Sanremo, partecipando alla gara nella sezione Campioni con il brano “Mani nelle mani”. Il brano fa parte del nuovo album di inediti “Vivere e rinascere” uscito il 10 febbraio 2017 per Universal Music.


Settore giallo: € 45,00 più € 6,50 di prevendita
Settore azzurro: € 35,00 più € 5,00 di prevendita
Settore rosa: € 30,00 più € 4,50 di prevendita
Settore verde: € 25,00 più € 3,50 di prevendita

Biglietti in vendita dalle ore 10,30 di mercoledì 1 marzo 2017.


acquista-online

Dettagli

Data:
3 Maggio 2017
Ora:
21:00
Categoria Evento:
Sito web:
www.fondazioneteatrococcia.it

Luogo

Teatro Coccia
Teatro Coccia Via fratelli Rosselli, 47
Novara, NO 28100
+ Google Maps
Telefono:
0321233201
Sito web:
https://www.fondazioneteatrococcia.it/