Prossimi Eventi

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

MAI GRANDE. Un papà sopra le righe

20 dicembre 2017 ore 9:30

Mercoledì 20 dicembre 2017 ore 9.30


Di e con Annalisa Arione e Dario de Falco
in collaborazione con Annalisa Cima
Produzione Compagnia Ariore de Falco

Teatro d’attore
Dai 3 ai 10 anni
Durata 60 min

INFANZIA E PRIMARIA

TERMINE CONSEGNA ADESIONI: 20 NOVEMBRE 2017
PAGAMENTO DA EFFETTUARSI ENTRO: 7 DICEMBRE 2017

Che cosa serve per essere un genitore perfetto?
Alberto non ha dubbi: per prima cosa ci vuole un bambino. Quindi se ne inventa uno e lo chiama Tobia. Poi servono miliardi di kg di divertimento, un sacco di risate, qualche battuta irresistibile, delle idee brillanti come sfrecciare su una moto a tutta birra o fare le immersioni nell’Oceano per scoprire se è proprio lì che vivono i bastoncini di pesce. Aggiungiamoci anche delle merende succulente e delle giornate incredibili e uniche in cui non ci si accorge del passare delle ore perché sono così piene di cose da fare che non si ha nemmeno il tempo di prendere fiato. Questo serve. O almeno, questo è quello che pensa Alberto. Perché Tobia, invece, vorrebbe una storia piccina prima di dormire, un giro al parco, una visita al laghetto delle papere, un po’ di pennarelli con cui colorare dentro ma anche fuori dai bordi e dei respiri grandi come il mare.
Tobia non cerca un genitore perfetto ma un genitore che non smetta mai di provare a fare la cosa giusta anche dopo avere sbagliato, che sappia chiedere scusa, cantare una ninna nanna, rimproverare e poi abbracciare.
Questa è la storia di quanto è difficile capirsi, e di come, per farlo, sia necessario affrontare la cosa più bella e complicata del mondo: stare insieme, semplicemente.

Perché è stata scelta?
Nelle fiabe più conosciute la figura del papà è solitamente bistrattata. Il papà detta regole e punizioni, oppure si risposa e lascia la figlia in balia di una matrigna crudele senza difenderla mai. La figura più carica emotivamente era sicuramente quella femminile. E’ per questo che il personaggio che incarna la tematica chiave del nostro lavoro è invece maschile, perché i tempi sono cambiati e i contesti famigliari sono oggi complessi e variegati. Ci sono papà che cambiano pannolini e portano i figli al parchetto o che li possono vedere solo due volte a settimana ma ci sono anche mamme pasticcione o con l’agenda fitta di impegni e poco tempo da dedicare ai bambini. Partire da un papà significa semplicemente percorrere una strada più attuale e, forse, assumere un punto di vista più originale per arrivare comunque alla tematica chiave di questo lavoro: nessun genitore è perfetto, sia esso padre o madre. Anzi, nessuno è perfetto in generale: tutti sbagliano ma la delusione e le difficoltà possono essere affrontate tramite la comprensione. In ‘Mai grande – un papà sopra le righe’ i bambini fanno esperienza in chiave comica, ironica e divertente dei fallimenti e delle difficoltà dei loro genitori, tifando per loro e provando a mettersi nei loro panni.

Come è nato lo spettacolo?
Prima è nata una storia: quella di un papà, a metà tra Geppetto e Peter Pan, un po’ pasticcione ma simpatico e volenteroso. Dopo averla abbozzata l’abbiamo messa al vaglio di una giuria esperta: un pubblico di bambini dai 4 agli 11 anni.
Grazie a loro la storia è stata ripensata, riscritta e arricchita di contesti immaginari in cui i bambini ci hanno trasportato e in cui si riconoscono: una fattoria con gli animali, il parchetto (incubo di tanti genitori), il mare e un ambiente domestico scandito da risvegli e colazioni, ninne nanne e sogni d’oro.

Come è stato portato avanti il lavoro su attori/scene/testo/musiche?
Il lavoro nasce grazie alle improvvisazioni sul tema fatte dai due attori, dai laboratori svolti nelle classi (dalle materne alla quinta primaria tra Lombardia e Piemonte) e cresce coadiuvato dalla preziosa collaborazione di Annalisa Cima (metodo Lecoq) che ha coreografato i movimenti di scena. Le scelte stilistiche – musiche, costumi e atmosfere in particolar modo – si rifanno alla poetica di Jacques Tati.

Il testo: estratti particolarmente significativi
“Ultimo capitolo del libro. O forse primo capitolo.
Alberto e Tobia si siedono in riva al mare
guardano i gabbiani volare, il sole tramontare
e pensano al futuro che verrà.
Ci saranno giorni felici
e giorni infelici.
Giorni “supermegaultra”!
E giorni normali
giorni perfetti
e giorni imperfetti.
Ma quello che conta davvero è che ci saranno
giorni da vivere insieme.”

Bibliografia e altro materiale che è servito per costruire lo spettacolo
Pinocchio – C.Collodi
Peter Pan – J.M.Barrie
Urlo di mamma – J.Bauer
Che rabbia! – M.D’Allancé
Guida pratica alla genitorialità positiva – Save the Children Italia ONLUS

Video
Il monello – C.Chaplin
Mon Oncle – J.Tati
Estratti cideo da spettacoli di M.Courtemanche

Annalisa Arione e Dario de Falco hanno all’attivo lo spettacolo “Pelle d’Oca” che ha debuttato al Festival “Maggio all’infanzia” di Bari nel 2013, “Per Te. Una favola bianca”, che ha debuttato al Festival “Visioni di Teatro Visioni di Futuro” di Bologna nel 2015, ed è stato ospite del Festival “Il Maggiolino” di Lugano e, tra gli altri, del CSS di Udine, del Teatro delle Briciole, del Teatro Comunale di Ferrara e “Mai grande, un papà sopra le righe”, ultima produzione.

Dal 2015 sono inoltre coinvolti con ruoli di coordinamento drammaturgico e conduzione laboratoriale nel progetto “Andiamo a recitare!” che ha come partner Università degli Studi di Milano.
Da diversi anni conducono laboratori di teatro e improvvisazione teatrale nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Ogni anno ci piace finire con uno spettacolo di una giovane compagnia. Ecco perché vogliamo segnalare la compagnia formata da Annalisa Arione e Dario de Falco con “Mai grande, un papà sopra le righe”.
Arione e De falco mettono in scena il rapporto tra un genitore e il piccolo figlio. Lui ci mette tutte le sue agilità ed abilità, a volte sbagliando, altre no, per mostrarci le diverse peculiarità che un padre dovrebbe possedere, mediando sempre tra gioco e responsabilità, osservato da una mamma che annota tutto con discrezione.
(Krapp’s Last Post)

Dario De Falco, in scena, ci mette tutte le sue agilità ed abilità per mostrarci le diverse peculiarità, che un padre dovrebbe avere in modo che i bambini possano identificarsi nel nostro Tobia e scegliere quali preferire. Nello stesso tempo gli adulti potranno approfondire cosa realmente vuole dire essere un genitore modello, mediando tra gioco e responsabilità.
“Mai grande, un papà sopra le righe”, risulta dunque essere uno spettacolo di grande e divertente fruibilità dove grandi e piccini, insieme, vi possono trovare gli stimoli necessari per condividere, non solo nella finzione, momenti di autentica e possibile felicità.
(Eolo)

Dettagli

Data:
20 dicembre 2017
Ora:
9:30
Categoria Evento:
Sito web:
http://www.fondazioneteatrococcia.it

Luogo

Teatro Coccia
Teatro Coccia Via fratelli Rosselli, 47
Novara, NO 28100 Italy
+ Google Maps
Telefono:
0321233201
Sito web:
https://www.fondazioneteatrococcia.it/