Prossimi Eventi

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

LE NOZZE DI FIGARO

11 marzo 2019 ore 9:30

Domenica 10 marzo 2019 ore 16.00
Lunedì 11 marzo 2019 ore 9.30 e 11.15
Martedì 12 marzo 2019 ore 9.30


Tratto dall’omonima opera di W.A. Mozart
su libretto di Lorenzo Da Ponte
Elaborazione musicale dalla partitura Cesare Della Sciucca

Direttore d’orchestra Cesare Della Sciucca
Regia Costanza Filaroni
Scene Luca Savani

Solisti dell’Accademia di canto della Fondazione Teatro Coccia
Attori della Scuola del Teatro Musicale

Coro delle voci bianche delle scuole di Novara
Maestro del coro Alberto Veggiotti
Orchestra Fondazione Teatro Coccia/Conservatorio Giudo Cantelli

Produzione Fondazione Teatro Coccia Onlus,
in collaborazione con STM – Scuola del Teatro Musicale


Conte d’Almaviva VITTORIO PRATO
La contessa d’Almaviva FRANCESCA SASSU
Susanna EMANUELA BISCEGLIE
Figaro SIMONE DEL SALVIO
Cherubino AURORA FAGGIOLI
Marcellina ISABEL DE PAOLI
Bartolo ION SANCU
Basilio JORGE JUAN MORATA
Don Curzio RICCARDO BELLODI
Barbarina LEONORA TESS
Antonio JAIME EDUARDO PIALLI

Per la quinta stagione consecutiva, la Fondazione Teatro Coccia prosegue la sua attività di divulgazione e promozione dell’opera lirica, eccellenza tutta italiana, rendendo partecipi i cittadini di Novara di un evento che andrà a coinvolgere centinaia di bambini, le loro scuole e i loro genitori.
Questa stagione verrà presentata una nuova riduzione di un’opera già inserita nel Cartellone di Lirica: “Le nozze di Figaro”.
Ancora una volta protagonisti assoluti 150 bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado, che dopo 5 mesi di preparazione, prove di canto e di regia, saliranno sul palco per dar vita allo spettacolo, affiancati da cantanti lirici e attori professionisti e accompagnati da un’orchestra di 50 giovani musicisti in buca.

Quest’anno si è voluto coinvolgere una realtà tutta novarese, che nei suoi primi 5 anni di vita ha visto crescere la propria attività non solo di scuola ma anche di produzione di spettacoli di ottimo livello riconosciuta a livello nazionale: l’STM – Scuola del Teatro Musicale, che collaborerà con il Teatro Coccia nell’adattamento scenico.

Le nozze di Figaro, ossia La Folle Giornata (K 492) è la prima delle tre opere buffe italiane scritte dal compositore salisburghese su libretto di Lorenzo Da Ponte.
Musicato da Mozart all’età di ventinove anni, fra l’ottobre del 1785 e il 29 aprile dell’anno dopo, il testo era tratto dalla commedia Le mariage de Figaroro di Beaumarchais (autore della trilogia di Figaro: Il barbiere di Siviglia, Le nozze di Figaro e La madre colpevole).
Le Nozze di Figaro vennero rappresentate per la prima volta al Teatro Burgtheater di Vienna il 1 maggio 1786 e la prima rappresentazione in Italia si ebbe parecchi anni dopo al Teatro La Scala di Milano il 27 marzo 1815.
L’opera Le Nozze di Figaro ruota attorno alle trame del Conte d’Almaviva, invaghito di Susanna, la cameriera della Contessa, sulla quale vorrebbe imporre lo “ius primae noctis”.
La vicenda si svolge in un intreccio serrato e folle, in cui donne e uomini si contrappongono nel corso di una giornata piena di eventi drammatici e comici.
Alla fine di questa “folle giornata” i “servi” si dimostrano più nobili e intelligenti dei loro padroni.

Il mattino del giorno delle proprie nozze, Figaro e Susanna sono nella stanza che il Conte ha destinato loro. Figaro si compiace della generosità del Conte, ma Susanna insinua che quella generosità non è disinteressata: probabilmente il Conte approfitterà della vicinanza delle loro stanze per infastidirla. Le brame del Conte sono favorite da Don Basilio. Figaro si irrita e trama una vendetta. Anche la non più giovane Marcellina è intenzionata a mandare all’aria i progetti di matrimonio di Figaro e reclama, con l’aiuto di Don Bartolo, il diritto a sposare Figaro in virtù di un prestito concessogli in passato e mai restituito. Entra il paggio Cherubino per chiedere a Susanna di intercedere in suo favore presso la Contessa. L’arrivo improvviso del Conte lo costringe a nascondersi e ad assistere suo malgrado alle proposte galanti che il Conte rivolge alla cameriera.
Il Conte, con un pretesto, rimanda il giorno delle nozze e ordina la partenza immediata di Cherubino per Siviglia dove dovrà arruolarsi. Susanna rivela all’addolorata Contessa le pretese del Conte. Figaro fa pervenire al Conte un biglietto anonimo dove si afferma che la Contessa ha dato un appuntamento a un ammiratore per quella sera. Quindi suggerisce a Susanna di fingere di accettare l’incontro col Conte: Cherubino andrà al posto di lei vestito da donna, così la Contessa smaschererà il marito, cogliendolo in fallo. Entra Figaro che spera di poter finalmente affrettare la cerimonia nuziale. Ma ecco arrivare con Don Bartolo anche Marcellina che reclama i suoi diritti: possiede ormai tutti i documenti necessari per costringere Figaro a sposarla. Il giudice Brid’Oison entra con le parti contendenti e dopo un breve processo dispone che Figaro debba restituire il suo debito o sposare Marcellina. Ma da un segno che Figaro porta sul braccio si scopre ch’egli è il frutto di una vecchia relazione tra Marcellina e Don Bartolo, i quali sono quindi i suoi genitori.
La Contessa intanto detta a Susanna un bigliettino per l’appuntamento notturno da far avere al Conte. Modificando il piano di Figaro, e agendo a sua insaputa, le due donne decidono che sarà la stessa Contessa e non Cherubino a incontrare il Conte al posto di Susanna. Susanna consegna il biglietto galante al Conte. Poi si festeggiano due coppie di sposi: oltre a Susanna e Figaro, anche Marcellina e Don Bartolo.
L’opera è per Mozart (e prima di lui per Beaumarchais) un pretesto per prendersi gioco delle classi sociali privilegiate e dissolute dell’epoca.
L’intera vicenda può anche essere letta come una metafora delle diverse fasi dell’amore: Cherubino e Barbarina rappresentano l’amore acerbo, Susanna e Figaro l’amore che sboccia, il Conte e la Contessa l’amore logorato, Marcellina e don Bartolo l’amore maturo.

Dettagli

Data:
11 marzo 2019
Ora:
9:30
Categorie Evento:
,
Sito web:
https://www.fondazioneteatrococcia.it/

Luogo

Teatro Coccia
Teatro Coccia Via fratelli Rosselli, 47
Novara, NO 28100
Telefono:
0321233201
Sito web:
https://www.fondazioneteatrococcia.it/