IL VIAGGIO A REIMS

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

IL VIAGGIO A REIMS

11 Ottobre 2015 ore 16:00

Venerdì 9 ottobre 2015 ore 20.30 – Turno A
Domenica 11 ottobre 2015 ore 16.00 – Turno B

Rassegna Opera e Balletto
[tabs title=”” type=””]
[tab title=”Locandina”]
IL VIAGGIO A REIMS, ovvero L’Albergo del Giglio d’Oro

Dramma giocoso in un atto
Musica di Gioachino Rossini, su libretto di Luigi Balocchi
Prima rappresentazione: Parigi, Théâtre Italien, 19 giugno 1825

Regia di Giampiero Solari
Direzione d’orchestra di Matteo Beltrami
Scene e luci Angelo Linzalata – Costumi Ester Marcovecchio
Orchestra del Conservatorio G. Cantelli di Novara

Edizione critica Fondazione Rossini/Ricordi, a cura di Janet Johnson

Produzione Fondazione Teatro Coccia Onlus[/tab]
[tab title=”Il cast”]
Corinna (soprano) ALEXANDRA ZABALA
La marchesa Melibea (contralto) TERESA IERVOLINO
La contessa di Folleville (soprano) MARIA ALEIDA
Madama Cortese (soprano) FRANCESCA SASSU
Il cavalier Belfiore (tenore) GIULIO PELLIGRA
Il conte di Libenskof (tenore) FRANCISCO BRITO
Lord Sidney (basso) PAOLO PECCHIOLI
Don Profondo (basso buffo) PIETRO DI BIANCO
Il barone di Trombonok (basso buffo) BRUNO PRATICO’
Don Alvaro (basso) GIANLUCA MARGHERI
Don Prudenzio (basso) ROCCO CAVALLUZZI
Don Luigino (tenore) MURAT CAN GÜVEM
Maddalena (mezzosoprano) CARLOTTA VICHI
Delia (soprano) MANUELA RANNO
Modestina (mezzosoprano) SOFIO JANELIDZE
Antonio (basso) STEFANO MARCHISIO
Gelsomino / Zefirino (tenore) NICOLA PISANIELLO[/tab]
[tab title=”Presentazione”]
PERSONAGGI
Antonio (basso)
Corinna (soprano)
Delia (soprano)
Don Alvaro (basso)
Don Luigino (tenore)
Don Profondo (basso)
Don Prudenzio (basso)
Gelsomino (tenore)
I virtuoso ambulante (soprano)
II virtuoso ambulante (contralto)
III virtuoso ambulante (tenore)
Il barone di Trombonok (basso)
Il cavalier Belfiore (tenore)
Il conte di Libenskof (tenore)
IV virtuoso ambulante (basso)
La contessa di Folleville (soprano)
La marchesa Melibea (contralto)
Lord Sidney (basso)
Madama Cortese (soprano)
Maddalena (soprano)
Modestina (contralto)
Zefirino (tenore)

Alla vigilia dell’incoronazione del nuovo re di Francia una compagnia di villeggianti riuniti a Plombières per le cure termali decide di partire alla volta di Reims per assistere alla cerimonia che insedierà il sovrano sul trono. Un grande numero di persone affolla la scena generando situazioni disparate. La padrona dell’albergo del Giglio d’Oro, Madame Cortese, ordina al personale di occuparsi dei preparativi del viaggio. La contessa di Folleville sviene dal dolore nell’apprendere che i suoi amati abiti hanno subito danni nel ribaltamento della diligenza che li trasportava verso l’albergo. L’intervento della poetessa Corinna, che intona un’ode all’amicizia fraterna, riappacifica due nobiluomini che si scontrerebbero in duello per amore della bella marchesa polacca Melibea. Corinna a sua volta è oggetto delle attenzioni di lord Sidney che ogni giorno le lascia un mazzetto di fiori davanti alla camera. Con rammarico gli ospiti apprendono che in tutta Plombières non è stato possibile trovare neppure un cavallo. Madame Cortese decide di celebrare ugualmente l’incoronazione con un banchetto da lei offerto nella sua casa di Parigi, dove si recheranno con la normale diligenza. La scena conclusiva si svolge nel giardino dell’albergo del Giglio d’Oro dove si brinda alla famiglia reale.[/tab]
[tab title=”Note sull’opera”]
Opera che inaugurò la carriera parigina del compositore, Il viaggio a Reims fu dimenticata per gran parte dell’Ottocento anche per il fatto che il materiale musicale restò abbandonato in vari archivi. Fu verso il 1870 che in biblioteche europee vennero alla luce fonti che ne permisero la ricostruzione; in particolare gran parte del materiale della prima fu riportato alla luce dalla musicologa Elisabeth Bartlet nel patrimonio del Théâtre Italien, acquistato dalla Bibliothèque du Conservatoire di Parigi nel 1879. I ritrovamenti successivi culminarono delle ricerche compiute in questo in questo secolo da Philip Gosset che, grazie anche a indagini presso Österreichische Nationalbibliotek di Vienna terminò il completamento nelle parti mancanti. «Cantata scenica» scritta per l’incoronazione di Carlo X, l’opera assume un significato simbolico come «speranza di una fonte e pacifica Europa sotto la guida delle monarchie restaurate dopo la decisiva sconfitta di Napoleone nel 1815» (Ph. Gosset) come testimonia il finale in cui ciascun personaggio intona durante i festeggiamenti una musica della propria terra d’origine. Enucleata l’autonomia rispetto a Le comte d’Ory grazie all’indagine storica, l’opera rivela una ricchezza orchestrale e contrappuntistica e l’impiego di diversificati stilemi melodici di valore non inferiore a quelli riscontrabili nei grandi capolavori rossiniani. Ne sono prova il «Gran pezzo concertato a 14 voci» in cui al senso di stupore causato dalla consapevolezza che la mancanza di cavalli impedisce di assistere all’incoronazione a Reims corrisponde una realizzazione vocale di ardita genialità, la sezione dell’Andante nella scena in cui Rossini evidenzia la situazione di Don Alvaro e del Conte di Libenskofche che desiderano entrambi la Marchesa Melibea e nella quale al semplice accompagnamento degli archi è aggiunta la sezione dei legni in corrispondenza dell’intervento di Madama Cortese e Melibea stessa o, ancora, l’inesauribile invenzione musicale del Finale. Qui, dopo il fasto delle danza alla francese e la presentazione di melodie secondo stilemi nazionali, Corinna intona, accompagnandosi sull’arpa, un inno al nuovo re di delicato gusto elegiaco.
(da “L’opera e le sue storie”, di Mario Pasi e Guido Cavallera – Ed. Curci, 1991)[/tab]
[tab title=”Acquista on-line”]
acquista-online[/tab]
[/tabs]
Produzione realizzata con il sostegno di
logo_FCariplo logo_FCRT

Dettagli

Data:
11 Ottobre 2015
Ora:
16:00
Categoria Evento:
Sito web:
www.fondazioneteatrococcia.it

Luogo

Teatro Coccia
Teatro Coccia Via fratelli Rosselli, 47
Novara, NO 28100
+ Google Maps
Telefono:
0321233201
Sito web:
https://www.fondazioneteatrococcia.it/