Prossimi Eventi

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

BINGE DRINKING – MONDO LIQUIDO

19 Aprile 2017 ore 9:30

Mercoledì 19 aprile 2017 ore 9.30


Testo Renata Coluccini e Mario Bianchi
Musiche da Chemical Brothers, Duft Punk, Sigur Ròs
Regia Renata Coluccini
Con Elisa Canfora, Stefano Panzeri, Dario De Falco
Scenografia Marco Muzzolon – Costumi Mirella Salvischiani
Disegno luci Marco Zennaro – Datore luci Giulia Rota
Direttore di produzione Franco Spadavecchia
Supervisione scientifica Prof. Emanuele Scafato,
Direttore dell’Osservatorio Nazionale Alcol-CNESPS dell’Istituto Superiore di Sanità
Produzione Teatro del Buratto
Con il patrocinio della Provincia di Milano

Teatro d’attore
Dai 13 ai 18 anni – Durata 60 min
SECONDARIA DI SECONDO GRADO

TERMINE CONSEGNA ADESIONI: 17 MARZO 2017
PAGAMENTO DA EFFETTUARSI ENTRO: 12 APRILE 2017


La vita di quattro ragazzi è messa a nudo nella sua ritmata frammentarietà per descrivere una settimana consumata nell’attesa dello sballo del sabato sera.
Gli episodi di vita familiare e scolastica si intersecano con momenti di relazione tra amici a fotografare la quotidianità e le fragilità della nostra società.
A partire da una situazione di attesa drammatica, viene ricostruito in più “flashback” un periodo nella vita di quattro ragazzi, una presa di coscienza dei cambiamenti, delle perdite. Perché per crescere bisogna scegliere.

Binge Drinking Mondo liquido: è una fotografia o meglio un insieme di fotogrammi che susseguendosi formano uno spaccato di realtà.
È un mondo in cui ragazzi e adulti, genitori, figli, insegnanti si urtano senza mai toccarsi veramente.
È un insieme di situazioni ironicamente tragiche o tragicamente comiche che si rincorrono
fino a deformarsi attraverso una lente liquida.
È un mondo dove si abusa di lavoro, di denaro, di palestra, di sudore, di profumo e di alcol e l’abuso di alcol da parte dei ragazzi non è un problema solo loro, ma il sintomo di una malattia che ci riguarda tutti.

Lo spettacolo nasce da una sensibilità nei confronti di una problema che colpisce gli adolescenti e che giorno dopo giorno, prima pagina dopo prima pagina, diventa sempre più preoccupante, nasce da una riflessione sul mondo dei ragazzi guardando il mondo con gli occhi dei ragazzi, nasce da un fotografia della nostra società, tutta.
Da queste riflessioni e dalla sinergia tra diverse realtà operanti sul territorio attorno al tema alcol adolescenti prende vita il progetto Binge Drinking, un percorso multidisciplinare dedicato ai ragazzi, ai genitori, agli insegnanti, agli educatori, alle scuole, che prevede accanto allo spettacolo:
• incontri con esperti per le scuole;
• laboratori teatrali e psicosociali nelle scuole;
• un seminario informativo sul tema.
Binge Drinking è un progetto del Teatro del Buratto con il patrocinio della Provincia di Milano, la consulenza scientifica del Prof. Emanuele Scafato dell’Istituto Superiore di Sanità, e con la collaborazione di Jonas-Onlus, InContrasti Coop. Soc., Noa Rivolta d’Adda.

Perché affrontare l’abuso di alcol da parte dei giovani?
Forse perché tra tutte le “droghe” non solo è legale, ma è tutto sommato accettata per cultura e per esperienza personale (chi non si è mai preso una sbronza o si è almeno sentito un po’ brillo). C’è una sorta di condiscendenza. Eppure i danni, le morti provocate dall’alcol sono sotto i nostri occhi; i ragazzi non bevono per assaporare un gusto, fanno binge drinking, ossia bevono fino a stordirsi, per andare oltre…oltre a cosa?
La paura nell’affrontare questo argomento era quella di cadere in una facile retorica, oppure di puntare dita accusatorie in maniera vaga e inutile.
Quando ho deciso di affrontare questo tema, l’abuso di alcol da parte dei giovani, mi sono lentamente calata in un mondo che non era il mio, con lo sguardo di una donna matura, di una madre.
Non riuscivo a prescindere da un giudizio etico, da un confronto con la mia generazione, da preoccupazioni di madre… E allora, dopo un’immersione in libri e film, ho cominciato a fotografare la realtà: a partire da me, dai miei amici, genitori e insegnanti, dai loro figli, dagli amici dei figli.
E ad un tratto è accaduto qualcosa, ho cominciato a capire, non a condividere, ma a capire sì!
Tra i libri che leggevo, i film che vedevo, le persone che incontravo, la mia identificazione nei personaggi di madri, di adulti non è stata più così certa; a volte ero la ragazzina ubriaca, o quella che scriveva su facebook o ancora quella che si sentiva privata di un futuro, incapace di comunicare con chicchessia, che desiderava bere per stare bene.
Ho rubato immagini, storie di vita dalle persone che ho incontrato e dai tre attori che hanno lavorato con me. Ho amato i personaggi dello spettacolo (tranne uno…), ragazzi, insegnanti e genitori perché spero di averli ritratti nella sincerità del loro essere, tutti ricchi di chiaro-scuri, di contraddizioni.
Lo sguardo è affettuoso e privo di giudizio, ma mi ha permesso di toccare con mano i vuoti che dall’alcol vengono falsamente riempiti. L’abuso di alcol non è un problema dei ragazzi, ma il sintomo di una malattia che ci riguarda tutti.
Renata Coluccini

Secondo uno studio promosso dall’Istituto Superiore di Sanità attraverso i dati della Società Italiana di Alcologia si evidenzia che l’Italia è la nazione in cui i bambini si avvicinano all’alcol prima di quelli del resto d’Europa, diventando consumatori già verso 11-12 anni… Il 22% dei giovani di 18-22 anni fa binge drinking, beve per ubriacarsi…
L’alcol è la prima causa di morte fra i ragazzi a causa dell’incidentalità stradale legata al bere, inoltre può danneggiare irreversibilmente una parte preziosissima del cervello in cui risiede la capacità di memorizzare e che serve a orientarci.
Prof. Emanuele Scafato
Ist. Superiore di Sanità
Per maggiori informazioni: www.iss.it/ofad

Dettagli

Data:
19 Aprile 2017
Ora:
9:30
Categoria Evento:
Sito web:
www.fondazioneteatrococcia.it

Luogo

Teatro Coccia
Teatro Coccia Via fratelli Rosselli, 47
Novara, NO 28100
+ Google Maps
Telefono:
0321233201
Sito web:
https://www.fondazioneteatrococcia.it/