immagine Ernani

da ‘La Parrucca’ e ‘Paese di Mare’ di Natalia Ginzburg
Con Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta
Regia Antonio Zavatteri
Scene e luci Nicolas Bovey, costumi e oggetti di scena Sandra Cardini
Musiche originali Massimiliano Gagliardi, foto Marina Alessi
Produzione Nidodiragno/CMC

‘La Parrucca’ e ‘Paese di Mare’ sono due atti unici di Natalia Ginzburg che sembrano l’uno la prosecuzione dell’altro. In ‘Paese di mare’ una coppia girovaga e problematica prende possesso di uno squallido appartamento in affitto. Lui, Massimo, è un uomo perennemente insoddisfatto, passa da un lavoro all’altro ma vorrebbe fare l’artista.
Lei, Betta, è una donna ingenua, irrisolta, che si deprime e si annoia facilmente, e tuttavia è genuina come solo i personaggi della Ginzburg sanno essere.
A Betta la nuova casa non piace, come non le piace quel piccolo paese di mare. Ma Massimo, che ha la speranza di trovare un lavoro nell’industria di famiglia di un suo vecchio amico, la convince a restare. Tranne che l’amico si rivelerà pieno di problemi e non lo riceverà nemmeno. Ne ‘La Parrucca’ ritroviamo Betta e Massimo in un piccolo albergo isolato, dove si sono rifugiati per un guasto all’automobile. Betta è a letto disperata e dolorante perché durante un litigio Massimo l’ha picchiata. Massimo, che ora è pittore ma dipinge quadri che la moglie detesta, si è chiuso in bagno a leggere. Dopo aver urlato al marito la sua rabbia e la sua frustrazione per un matrimonio che non funziona più, Betta telefona alla madre e le rivela di essere incinta di un politico con cui ha una relazione clandestina.
Comico, drammatico, vero, scritto con l’ironia e la leggerezza che rendono la Ginzburg unica nel panorama della narrativa e della drammaturgia italiana, La Parrucca conferma Maria Amelia Monti come straordinaria interprete ginzburghiana, l’attrice più adatta oggi a far rivivere quel personaggio femminile che tanto aveva di Natalia stessa.
Dopo il diploma presso l'Accademia dei Filodrammatici di Milano, diretta da Ernesto Calindri, ha debuttato come attrice teatrale e successivamente è apparsa al cinema e in televisione. La sua prima prova televisiva è stata nel film TV ...e la vita continua (1984) di Dino Risi. La popolarità è arrivata però con i programmi cabarettistici: Drive In di Antonio Ricci e La TV delle ragazze, dove interpretava una svampitissima adolescente. Tra i suoi film per il grande schermo si ricordano: Italia Village (1994) di Giancarlo Planta, e Miracolo italiano, regia di Enrico Oldoini, entrambi del 1994, Mi fai un favore (1996) di Giancarlo Scarchilli, Asini (1999), regia di Antonio Luigi Grimaldi, e 13dici a tavola (2004), regia di Enrico Oldoini.
Numerose le fiction TV a cui ha preso parte, tra cui: Amico mio (1993) e Amico mio 2 (1998), miniserie TV dirette da Paolo Poeti, la serie TV Dio vede e provvede (1996-1998), regia di Enrico Oldoini, in cui interpreta l'ingenua suor Teresa, cinque edizioni della sit-com di Canale 5, Finalmente soli, in cui è protagonista insieme a Gerry Scotti, e Finalmente Natale, film TV del 2007, regia di Rossella Izzo. Nel 2008 è stata protagonista di altri due film TV Finalmente a casa e Finalmente una favola, entrambi diretti da Gianfrancesco Lazotti e trasmessi da Canale 5.