Concerto per San Gaudenzio 2021

I Capolavori Veneziani di Antonio Vivaldi

Orchestra Nuova Cameristica di Milano

direttore Maurizio Dones

produzione Fondazione Teatro Coccia

con il contributo di Fondazione Banca Popolare di Novara

I Capolavori Veneziani di Antonio Vivaldi

Sinfonia in Sol maggiore, RV 149 F.XI n.40
Nulla in mundo pax sincera, RV 630
Concerto n.2 in Sol minore, RV 439 “La notte”
O qui coeli terraeque serenitas, RV 631
Concerto, op. 3 n.9, RV 230
“In Furore Iustissimae Irae”, RV 626                                      

soprano Leslie Visco

violino solo Gabriele Oliveti

flauto Maria Giusi Malito

cembalo Anna Scolamiero

 

violini I’
Alessandro Vescovi, Alyona Afonkina, Donata Beggiora, Dario Consenzi

violini II’
Chiara Oliveti, MariaPia Abate, Minna Ernqvist, Catalina Spataru

viole
Silvia Frigerio, Lorenzo Ravazzani

violoncelli
Alberto Drufuca, Roberta Ruffilli

contrabbasso
Luigi Correnti

L’Ensemble Strumentale Italiano – Nuova Cameristica è stato costituito nel 1985 dal Trio di Como con i Maestri Claudio Bellasi, Umberto Oliveti, Emilio Poggioni ed è poi diventato gruppo da camera e orchestra con l’inserimento di giovani musicisti, professori e strumentisti del Conservatorio “G. Verdi” di Milano. L’Ensemble si è affermato con successo in Italia e all’estero eseguendo oltre 600 concerti, in collaborazione con solisti di fama quali Franco Gulli, Arturo Benedetti Michelangeli, Michele Campanella, Cristiano Rossi, Francesca Dego, Natalya Dimitrova, Mario Brunello, Giuliano Carmignola. Tra i concerti più importanti si annoverano quelli eseguiti in Oriente, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Presidenza del Consiglio dei Ministri: in Pakistan, Tailandia, Malaysia, Singapore, Indonesia e Hong Kong. La produzione musicale è molto sofisticata e raffinata, comprende per esempio il ciclo completo delle sinfonie di G.B. Sammartini e cinque CD con importanti opere sacre di L. Perosi. Nuova Cameristica attualmente ha come direttore principale il Maestro Maurizio Dones, con il quale ha eseguito le composizioni più note di Mozart, Schubert, Tchaikovsky, Elgar, Debussy, Ravel, Stravinsky, Respighi, Britten e Hindemith.
Particolare attenzione è dedicata alla ricerca di pezzi del ‘900 italiano, che appaiono raramente nelle stagioni concertistiche tradizionali. Nel 2016 e 2018 l’Ensemble, diretto dal Maestro Maurizio Dones, ha inaugurato ad Antibes il Festival d’Arte Sacra e nel 2018 a Grimaud lo stesso Festival, riscuotendo grande entusiasmo e successo sia di pubblico che di critica.

Ha compiuto la sua formazione musicale e gli studi classici presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, tra i suoi Maestri: Renato Dionisi (armonia, contrappunto e composizione), Luigi Alberto Bianchi (violino e viola), Cesare Ferraresi (quartetto), Angelo Mazza (musica corale).
Dopo un brillante inizio di carriera strumentale con prestigiosi gruppi da camera italiani (Cameristi di Venezia, Orchestra di Bergamo e Brescia, Cameristi Lombardi, I Solisti della Svizzera Italiana, Nuova Consonanza) viene accettato al Cantiere d’Arte di Montepulciano (SI) dove si perfeziona in direzione d’orchestra con il Maestro Gianluigi Gelmetti, che lo vorrà come assistente e collaboratore per i principali teatri e festival nazionali ed internazionali: SDR di Stoccarda, la Filarmonica di Monaco di Baviera, il Teatro “La Monnaie” di Bruxelles, il Teatro Reale a Monte Carlo, l’Opera di Roma, il “Covent Garden” di Londra, il “Rossini Opera Festival” di Pesaro, il “Ravenna Festival”, il Schwetzingen Festival, il “Primavera” a Monte Carlo, la Settimana Musicale di Siena, l'”Opera House” di Sydney, dove perfezionerà la sua preparazione.
Direttore eclettico, è attivo in vari teatri, orchestre e fondazioni sia in Italia che all’estero. Con lui hanno collaborato grandi artisti come: Josè Carreras, Mariella Devia, Sonia Ganassi, Reina Kabaiwanska, Cecilia Gasdia, Manuel Barrueco Louis Bakalov, Michele Campanella, Boris Petrushansky, Patrick Galois, Oscar Ghiglia e l’indimenticato Severino Gazzelloni, ed alcuni giovani talenti – ormai affermati solisti in tutto il mondo – quali Francesca Dego, Christoff Croisè, Jonian Ilias Kadesha. Star del pop quali Amy Steward, Ornella Vanoni, Franco Simone. Ha creato format e spettacoli teatrali con attori del calibro di Claudia Koll, Giancarlo Giannini, Flavio Insinna, Cesare Bocci, Alessandro Preziosi e personaggi come Michele Mirabella, Raul Cremona e Massimo Lopez.
Alcuni concerti straordinari eseguiti in Auditorium “Santa Cecilia e San Pio” di Roma sono stati trasmessi da Rai 1, Rai 2, Rai Sat e Rai International.
Nel 1999 in Vaticano, nella grandiosa Sala Nervi, in occasione della beatificazione di Padre Pio, dirige la “Missa de Beatificazione” colossale opera, con Josè Carreras solista. L’evento è stato trasmesso in Mondovisione.
È stato direttore e fondatore dell’Orchestra Sinfonica “Città Pavia”, direttore stabile del Teatro di Tradizione “Marrucino” di Chieti e di formazioni cameristiche come: I Solisti di Rostov, l’Orchestra
“Bulgaria Classic” di Sofia, la Nuova Cameristica Ensemble Strumentale Italiano di Milano e l’Orchestra da Camera della Moldavia.
Con l’Orchestra Filarmonica di Monte Carlo ha diretto nei “Concert Spirituel” in St. Charles. Ad Antibes è chiamato ad inaugurare il prestigioso Festival d’Art Sacrè con la sua Orchestra da Camera di Milano.
Dal 1997 al 2014 è stato Maestro assistente e co-docente presso l’Accademia Musicale “Chigiana” di Siena, per la prestigiosa cattedra di perfezionamento in direzione d’orchestra tenuta dal Maestro Gianluigi Gelmetti.
Come compositore, scrive e pubblica musiche originali per varie formazioni. Tra le sue recenti opere il “Requiem”, scritto a quattro mani con il Maestro Marco Taralli. Grande opera per soli, coro, coro di voci bianche e orchestra, seguita in prima assoluta nel 2014 a Bergamo nella Basilica di Santa Maria Maggiore.
Ripreso nell’Ottobre 2018 a Vicenza, nel Santuario di Monte Berico, il Requiem è stato dedicato alle vittime della prima guerra mondiale.
Sua la realizzazione di un CD con le musiche e le poesie del Principe Antonio De Curtis, in arte Totò.
Nel 2012 ha ricevuto il premio “Nino Rota” alla carriera.
Nel Gennaio 2019, in occasione della apertura di stagione del Teatro “Bellini” di Catania, dirige “Il Flauto Magico”.
Dal 2001 è Principal Guest Conductor presso lo State Musical Theatre nella città di Rostov-on-Don (Russia).
Nel 2019 ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella.

Sabato 23 Gennaio 2021, ore 20:30

STREAMING SU YOUTUBE TEATRO COCCIA e A-NOVARA