Ami e Tami, ovvero Hansel & Gretel

Musica di Mátti Kovler
Regia Marco Iacomelli
Regia associata Costanza Filaroni e Massimiliano Perticari
Liriche italiane Andrea Ascari
Direzione musicale Simone Manfredini
Direzione vocale Andrea Ascari
Coreografie Ilaria Suss
Luci Valerio Tiberi (TBD)
Suono Donato Pepe
Dedalo Ensemble
Coro delle Voci Bianche del Teatro Coccia
Coproduzione Fondazione Teatro Coccia con STM – Scuola del Teatro Musicale e
The State Academic Symphony Orchestra of Ukraine

La nuova stagione del Coccia vede un implemento nella produzione di opere contemporanee che da una passano a due, a dimostrazione di quanto la nuova direzione desideri investire sul ruolo di Teatro dell’innovazione per un futuro sostenibile. L’attenzione verso la musica nuova è un impegno determinante per offrire alle future generazioni l’opportunità di crescere e portare avanti una tradizione che oggi più che mai è volano di evoluzione sociale.

Il secondo titolo contemporaneo della stagione è Ami e Tami, una favola musicale per soli, coro di voci bianche e piccolo ensemble commissionata al compositore israeliano Matti Kovler.

La favola è anch’essa una metafora, è una sorta di moderno Hänsel e Gretel. I personaggi principali, due fratelli adolescenti, Ami e Tami, sono le vittime di due genitori iperattivi e razionali che educano i loro figli affinché diventino velocemente autosufficienti e pronti per essere immessi nel “mercato globale”.

Tutto cambia quando la loro nonna, che subisce i primi segni di declino cognitivo, si trasferisce nella loro casa e, sfidando i genitori di Ami e Tami, conduce i bambini in una magica terra da favola dove le parole ballano e giocano nei boschi fuori dalla loro casa. Presto, quella terra fantastica si sovrapporrà nella vita dei bambini divenendo per loro la realtà: i due genitori si trasformano in un orco cattivo e in una strega cattiva intenti a liberare il mondo dalla magia e dall’immaginazione tanto che, alla fine i due bambini rimangono invischiati nella trappola dell’orco e della strega trovandosi faccia a faccia con la fine dell’infanzia. Tuttavia comprendono che anche le creature più cattive un tempo erano bambini… e così, aiutando i cattivi (gli adulti senza fantasia) a riconnettersi con la infanzia perduta da tempo, Ami e Tami si liberano dalla loro prigionia e nel contempo salvano il mondo magico dalla distruzione e lo trasformano in un mondo migliore.

Il giovane compositore Mátti Kovler formatosi negli Stati Uniti dove ora risiede, rappresenta quella nuova corrente di espressione artistica che fonde le tradizioni folk con il jazz con il musical e con la tradizione del teatro musicale d’opera nella ricerca di un linguaggio unico. La regia dello spettacolo è affidata a Marco Iacomelli direttore artistico dell’STM – Scuola del Teatro musicale. La direzione d’orchestra invece a Mykola Lysenko, omonimo pronipote ed erede del grande compositore ucraino. La nuova produzione di Ami e Tami vede anche il consolidamento del rapporto del Teatro Coccia con STM-Scuola del Teatro Musicale, con cui è coprodotta assieme alla State Academic Symphony Orchestra of Ukraine. Nell’ottica della volontà di creare sempre nuove sinergie con le realtà culturali della Città, inaugura con Ami e Tami la nascita del Coro di Voci Bianche del Teatro Coccia quale virtuosa espressione della congiunta volontà di collaborazione con le due scuole di voci bianche della Città di Novara che uniscono le loro forze dando un segnale importante nel segno della fattiva collaborazione.

acquista

venerdì 29 novembre 2019, ore 11:00 – Recita per le scuole b

sabato 30 novembre 2019, ore 21:00 a

domenica 1 dicembre 2019, ore 16:00 b