A tutto Gaber

Spettacolo di danza

musica Giorgio Gaber

regia e coreografia Barbara Gatto

con

Marta Castelletta, Gijergj Meshaj, Viola Rango, Ivet Ivanova, Matteo Castelletta danzatori

Produzione Fondazione Teatro Coccia in collaborazione con Bagart Ballet Company

La coreografa Barbara Gatto, continua nel felice solco di Giorgio Gaber, con una nuova ed inedita creazione a lui dedicata dal titolo “A tutto Gaber”, in cui si denota la totale identificazione con la sensibilità dell’indimenticato cantautore milanese, interiorizzandola nel proprio linguaggio e nel proprio stile coreutico che in poco tempo ha già ben connotato la matrice della giovane compagnia, oltrepassando anche i confini nazionali.

In questo spettacolo il corpo si fonde nella mente riproponendo con gusto, assoluta sincerità e garbo le canzoni più popolari del repertorio di quel teatro-canzone, che grazie alla vena creativa della coreografa Gatto, si arricchisce di un nuovo tassello, e cioè la danza con un occhio alla pittura in omaggio a Sandro Luporini (storico collaboratore di Gaber), portando in scena un tessuto estetico ed artistico che rivela ancora oggi una potente attualità nel panorama che ci circonda. Un chiaroscuro di impulsi ripresentato mediante acute riflessioni per un’appassionata, sincera, ironica interpretazione. L’idea di fondere il pensiero di Gaber sviluppandolo attraverso la danza è cristallina nel narrare l’umano con le sue debolezze e i suoi eccessi.

La Bagart Ballet Company riesce appieno nell’intento di ritrovare lo spirito di Giorgio Gaber – presente più che mai in scena – in un viaggio alla portata di tutti.

Barbara Gatto con i suoi cinque danzatori ha lavorato sul materiale originale di Gaber riuscendo così a dare nuova linfa ad un repertorio autentico (e mai dimenticato) per un atto d’amore e di grande stima verso la sua persona, riuscendo così ad infondere al pubblico l’emozione che scorre palpabile, grazie ad una narrazione sul movimento e sul gesto amalgamati di musica, teatro, colori e da un talento fantasioso, fecondo ed inventivo.

acquista

giovedì 23 luglio 2020, ore 21:30